Senza categoriacambio gomme pnuematici invernali

In Italia, con l’avvento della stagione invernale, entra in vigore l’obbligo di cambiare gli pneumatici estivi con quelli invernali, di circolare con catene a bordo o montare le gomme quattro stagioni.

Scopriamo quando entra in vigore l’obbligo di montare gli pneumatici appositi per la stagione fredda.

Scadenze per l’obbligo di pneumatici invernali

Gli automobilisti italiani dovranno adeguarsi all’obbligo di montaggio di gomme invernali entro il 15 novembre. Fra pochi giorni, infatti, scatterà l’obbligo di pneumatici invernali (o di catene) in tutto il Paese.

Per cui dalla seconda metà di novembre, in tutte le strade in cui vige questa prescrizione, sarà obbligatorio montare gomme invernali o avere a bordo del veicolo le catene. Questo obbligo sarà esteso per i successivi sei mesi, cioè fino al 15 aprile 2022.

Gomme invernali o estive? Le differenze tra i due pneumatici

Le gomme estive hanno una resistenza al rotolamento inferiore rispetto alle invernali, per garantire una rumorosità ridotta e una maggiore efficienza e maneggevolezza. Infatti il battistrada di questi pneumatici sono altamente performanti, tuttavia, non hanno buone prestazioni sulla neve, o sul ghiaccio, su cui perdono trazione e aderenza.

Con temperature molto basse gli pneumatici estivi si irrigidiscono, anche senza neve o ghiaccio, a differenza di quelli invernali o da neve che mostrano le migliori prestazioni sulle strade innevate; questo è dovuto ad una mescola delle gomme differente, studiata appositamente per le temperature più rigide. Le gomme estive aumentano considerevolmente le distanze di frenata su fondi coperti di neve e ghiaccio invece grazie al battistrada più profondo, il pneumatico invernale penetra nella neve o fa presa sul ghiaccio, riducendo il tempo di frenata. Infatti, la mescola dei pneumatici invernali è molto più morbida e quindi meno vulnerabile alle basse temperature. Ricordiamoci inoltre che le gomme estive sottoposte a temperature rigide tendono a rovinarsi in breve tempo e per questo perdere di prestazioni anche nelle stagioni calde.

Se il clima nella zona ha solo gelate occasionali e il termometro non va spesso sotto lo zero, la soluzione migliore potrebbe essere montare dei pneumatici 4 stagioni.

Il compromesso delle 4 stagioni

Se le condizioni climatiche sono miti nella tua zona di residenza, puoi scegliere di montare gli pneumatici All Season non solo in inverno, ma per tutto l’anno. Il pneumatico giusto dipende da quanto scende la temperatura, oltre che dallo stile di guida e dal chilometraggio.

Questo tipo di gomme però non sono adatte a temperature particolarmente rigide, infatti frenano con meno velocità rispetto alle invernali, il che rappresenta un rischio per la sicurezza sulla strada. Allo stesso modo con il caldo intenso e asciutto sono comunque meno performanti rispetto ai pneumatici estivi.

Per cui consigliamo le gomme 4 stagioni a chi vive in aree con clima mite, senza periodi di particolare freddo o caldo.

Come riconosco gli pneumatici invernali?

Le gomme invernali hanno caratteristiche che garantiscono prestazioni migliori rispetto alle estive come in termini di spazio di frenata.
Per verificare che quelli che abbiamo montato sono dei pneumatici invernali, basterà controllare che presentino la sigla sulla porzione laterale del pneumatico. Infatti questo tipo di gomme presentano la sigla M+S, che sta a significare Mud and Snow (fango e neve in inglese), sul lato. Questa particolare sigla sta ad indicare che la gomma è stata autocertificata dal produttore come apposita per la stagione invernale.

Un secondo simbolo può contraddistinguere un pneumatico invernale, che è stato testato dal Ministero su tracciati nevosi. Infatti la presenza del logo con una montagna stilizzata a tre picchi con all’interno un fiocco di neve certifica l’omologazione. Questo è indice infatti, insieme alla sigla M+S della massima certezza che la gomma è indicata soprattutto per coloro che percorrono spesso strade innevate.

Le sanzioni

La mancata osservanza dell’obbligo previsto dalla normativa comporta, in caso di controllo da parte delle Forze dell’Ordine, il pagamento di una sanzione amministrativa. Tale sanzione va da un minimo di 85 Euro ad un massimo di 338 Euro (in caso di pagamento entro 5 giorni si parte da un minimo di 59,50 Euro).

Se, invece, l’infrazione viene commessa in una strada urbana, in cui è presente un’ordinanza che impone l’obbligo di pneumatici invernali, la sanzione prevista va da un minimo di 41 Euro ad un massimo di 169 Euro (in caso di pagamento entro 5 giorni da 28.70 Euro).

Per ogni dubbio o chiarimento siamo sempre a vostra disposizione.